Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo sito web usa cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito web, ci accordi la possibilità di inviare questi tipi di cookies sul tuo apparato.

    Vedi i documenti relativi alla DIrettiva EU e-Privacy

News 2 Novembre 2011

Oggetto: News 2 Novembre 2011
Data invio: 2011-11-02 10:04:12
Invio #: 43
Contenuto:
intestazione



 

Da Follonica a Salvador de Bahia passando da La Rochelle

Diario di bordo XI° puntata

 

SECONDA TAPPA: COSTE DEL BRASILE

 

 

Sono già 14 i prototipi giunti a Salvador de Bahia (altri 4 lo faranno in giornata). Il francese David Raison, sul rivoluzionario Mini “Teamwork” di sua progettazione, ha vinto sia la tappa, sia la classifica generale della Transat 2011 per questa categoria.

Ancora due barche in difficoltà, con probabile ritiro (si aggiungono ai 6 abbandoni già avuti nelle due tappe).

 

La flotta dei “Serie” corre invece lungo le coste del Brasile.

In testa tre francesi, Gahnet (a 50 miglia dall'arrivo), Brasseur, Marette (in lotta con il 4°, un altro francese, Kerboriou). Benoit Mariette, se così dovessero rimanere le cose, sarà il probabile vincitore della classifica finale generale.

Anche il nostro Simone Gesi ha incontrato le coste del Brasile. Ora scende bene e sta cercando di sfruttare un buon vento da est e, infatti, è risalito di una posizione, trovandosi stamattina 27°.

Dopo la traversie nel lungo tratto tra Capo Verde e l'Equatore, finalmente un po' di soddisfazione per il navigatore toscano.

Con questa media, dovrebbe raggiungere Salvador de Bahia tra venerdì notte e la mattina di sabato. Ad accoglierlo troverà ancora il Comitato 4236 miglia, con Marco Borioni (vicepresidente della Compagnia della Vela di Marina di Grosseto).

Difende la propria posizione, 24^, Susanne Beyer. Lei e Simone sono i soli italiani rimasti in gara nella categoria “Serie”, dopo il ritiro degli altri 6 connazionali.

 

Molto probabilmente, al pranzo in suo sostegno di sabato 5 novembre presso la sede del GV LNI Follonica potrebbe essere possibile il collegamento telefonico con Simone Gesi.

Solo all'arrivo potremo capire cosa sia successo domenica 23 ottobre, nella serata, quando la gara di Simone ha avuto una svolta per certi versi drammatica a seguito del susseguirsi di groppi di vento e di una violenta tempesta.

 

 

 

Ettore Chirici

Presidente GV LNI Follonica e Comitato 4236 miglia

 

1
.

Powered By Joobi