Messaggio
  • Direttiva EU e-Privacy

    Questo sito web usa cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito web, ci accordi la possibilità di inviare questi tipi di cookies sul tuo apparato.

    Vedi i documenti relativi alla DIrettiva EU e-Privacy

News 8 settembre 2011

Oggetto: News 8 settembre 2011
Data invio: 2011-09-08 08:31:52
Invio #: 27
Contenuto:
intestazione



 

Follonica, 7 settembre 2011

 

 

CAMPIONATI ITALIANI UNDER 12 e UNDER 16.

 

 

Conclusi ieri a Cavallino - Venezia i Campionati Italiani di vela riservati alla categoria Under 16 su vari tipi di imbarcazione.

Grande successo di partecipazione, pessime condizioni meteo e cattiva organizzazione logistica e gestione delle regate.

Gli atleti hanno regatato solo i primi due giorni (complessivamente appena 4 prove portate a termine); il terzo giorno zero vento e nel quarto il Comitato non ha sfruttato la possibilità di essere in acqua attendendo fino al calo totale del vento ed annullando perciò la giornata conclusiva.

La motivazione del pesante ritardo nell'ultimo giorno è stata quella della difficoltà ad entrare in acqua dalla spiaggia (i nostri allenatori, Andrea e Lorenzo Leoni erano pronti a far partire i nostri, abituati, come noto, ad uscire anche in condizioni non facili).

Insomma, una trasferta veramente antipatica e deludente dal punto di vista sportivo che conferma i molti punti interrogativi sulla gestione tecnica ed agonistica della Federazione.

 

Nonostante fosse tra quelle meno favorite dalle condizioni meteorologiche, la nostra squadra si è ben comportata. Peccato sia per l'impossibilità di recuperare, sia per qualche errore nelle partenze.

Nella classe “Laser 4.7” (71 partecipanti), Alfonso Pescini (un ottimo 2011 per lui) ha concluso al 6° posto con risultati sempre regolari.

Nella classe “Optimist Juniores” (124 partecipanti), Filippo Frassinetti si è piazzato 14°, ad una manciata di punti da posizioni a lui più confacenti (come per altro Pescini nei Laser). Più indietro Ghigi e Varbaro entrambi penalizzati da una squalifica per partenza anticipata, non più recuperabile per lo scarso numero di prove effettuate.

Nella classe “Deriva FIV 555” (44 partecipanti), la barca composta da Antonio Armeni, Giulio Cherici, Francesco Filippini e Matteo Cecchini ha concluso all'11° posto ed anche per loro l'amarezza di non poter recuperare i pochi punti di distacco dalle posizioni migliori.

 

 

 

Il Presidente

Ettore Chirici

 

clip_image001

 

1

Powered By Joobi